[onroad] un giovedi da leoni

Ciao a tutti, il giro di oggi bene o male ha al suo interno itinerari già percorsi dalla mia bici, se non per alcuni tratti, ma la particolarità è che l’ho fatto un giovedì pomeriggio in compagnia del mio amico Matteo Forni, un ragazzo poco più che ventenne che da quest’anno ha deciso di dedicarsi con molto impegno in questo faticosissimo sport e, a vedere dai piazzamenti che sta ottenendo, direi anche con un buon risultato (complimenti a lui!), quindi per non sfigurare ho veramente dato tutto….

Potete scaricare il percorso ciclistico a questi link:      KML          GPX

 cliccare sulla mappa per ingrandirla

Sono partito di casa intorno alle 15.30 direzione Santarcangelo, ho raggiunto Matteo e ci siamo diretti sulla santarcangiolese verso ponte verucchio, da qui siamo saliti fino a Verucchio lungo questa strada che in alcuni tratti era stata appena asfaltata (ricordo nel 2007 durante la gara dei Malatestiani che in discesa bisognava stare attentissimi in quanto faceva schifo!), arrivati in cima d’obbligo riempire le 2 borracce (la temperatura sfiora di 37° con 90% di umidità) e proseguire verso San Marino passando per il Ventoso con quel famoso strappetto del 18%!!!! (vedere immagine del tratto qui sotto)

 

Arrivati in cima a San Marino con andatura in salito molto sostenuta, costeggiamo il monte prendendo a sinistra alla rotonda e una volta arrivati al bivio per Fiorentino giriamo nuovamente a sinistra. Ora sempre dritto per Montegiardino, passiamo il bivio per Faetano e proseguiamo giù per Mercatino Conca e successivamente prendiamo la strada per Coriano/Morciano.

La strada è tutta in leggera discesa quindi le percorrenze sono buone e la gamba gira bene (velocità tra i 40 e i 50 km/h fissi) fino alla rotonda per Croce che intraprendiamo con tutte le energie rimaste, anche perché è corta e non particolarmente impegnativa.

Arrivati in cima a Croce proseguiamo sul falso piano verso Coriano e poi a Rimini. Sul cavalcavia dell’autostrada purtroppo ho accusato un problema di crampi alla gamba (anche perché forse avevo tirato un po’ troppo – fino a quel momento il contachilometri mi segnava una media dei 27,7 km/h che per essere stati solo in due e con tutta quella salita è più che dignitosa) e ho dovuto rallentare l’andatura.

Il giro di per se è bello se non fosse che di giovedì c’è più traffico del normale, anche se sono state quasi tutte strade secondarie e non molto utilizzate dai trasporti locali.

Tot. Km. 85 circa

Voto: 7

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.