[mtb] percorso MTB Parco del Conero

Un bellissimo giro in MTB nei sentieri del Parco del Conero

 

   

E’ un percorso che si sviluppa prevalentemente su strade bianche e sentieri sterrati ad eccezione del tratto iniziale e finale da e per Sirolo e della zona vicino alla vetta che sono in asfalto , per un totale di una ventina di chilometri

Il percorso presenta una altimetria molto variabile , con continui saliscendi non lunghissimi , ma impegnativi , soprattutto se affrontati come nel nostro caso in una torrida mattinata d’agosto

Si parte dal centro di Sirolo e si percorre un primo tratto in asfalto fino a prendere la strada statale che va verso il casello di Ancona Sud proseguendo su di essa per circa un km , arrivati in prossimità della zona artigianale si volta bruscamente a destra su una stradina laterale che torna per qualche metro indietro curvando poi nuovamente a sinistra.

Da qui si prosegue su questa strada in leggera discesa fino ad incrociare l’inizio del sentiero n.15 “Anello della Pecorara “ , dove la strada diventa bianca e curva verso destra coperta dall’ombra degli alberi su entrambi i lati.

Il percorso comincia a prendere quota curvando dolcemente verso destra con continui strappetti , non molto lunghi , ma comunque impegnativi

Si prosegue fino ad arrivare ad un bivio dove giriamo sulla destra prendendo il sentiero che aggira il colle de “La Gravina “

Qui il percorso si trasforma in un single track esposto al sole del mattino , è sicuramente il punto più caldo della nostra escursione , mancando quasi totalmente l’ombra e la ventilazione.

Aggirato il colle il sentiero si reinserisce sulla strada bianca tornando sotto la protezione degli alberi e continua a salire costantemente fino a trovare il suo termine all’incrocio con la strada provinciale che va da Sirolo verso Poggio d’Ancona..

A questo punto giriamo a sinistra sulla strada per poi girare quasi subito sulla destra all’imbocco del sentiero N. 6 “Stradone di S. Andrea ”

La strada bianca si trasforma presto in un sentiero largo dal fondo roccioso , punteggiato qua e la da chiazze di vegetazione , le numerose buche unite a repentini cambi di pendenza laterale ed il calore del sole non facilitano l’ascesa rendendo a volte necessario poggiare il piede a terra

In quei momenti però ci si può voltare indietro ed ammirare il panorama della splendida costa da Numana verso sud.

Il percorso prosegue a salire fino a spianare sull’altipiano di “Pian dei Raggetti” dove ci appare improvvisamente la verdeggiante massa del Conero , proseguiamo quindi ignorando le deviazioni laterali e continuando l’ascesa passando a fianco di una poderosa installazione di antenne radiotelevisive , immergendoci nell’ombra della vegetazione in direzione dell’incrocio con il sentiero N. 1 “Traversata del Conero”

Il sentiero è totalmente all’ombra , ma si suda ugualmente , visto che sale continuamente e si prosegue fino al bivio del sentiero n. 1 che imbocchiamo girando verso destra

Il sentiero si allarga e si stringe continuamente , con rami bassi e radici affioranti in un terreno dal fondo in terra battuta coperta dal fogliame caduto

Continuiamo a salire fino ad incrociare i cartelli indicanti il punto di osservazione panoramico denominato “Belvedere Nord” e li sostiamo brevemente ad ammirare il panorama della baia di Portonovo

Dopo la sosta imbocchiamo il sentiero 1B percorrendo un breve single track in decisa salita che ci porta ad incrociare la strada asfaltata in prossimità della vetta del Conero , nella quale si trova una zona militare con le antenne che si vedono anche da valle.

Ci dirigiamo quindi in discesa fino ad arrivare al piazzale asfaltato nelle vicinanze dell’ex Monastero di S. Pietro , da qui prendiamo la strada che scende a valle sulla destra , abbandonandola dopo poco per imboccare sempre sulla destra l’inizio del sentiero che ci riporta all’altipiano di “Pian dei Reggetti” a poca distanza dal sentiero percorso all’andata.

Arrivati al piano giriamo a sinistra ed imbocchiamo il sentiero n.5 “Stradone di S. Lorenzo”

E’ uno sterrato in discesa abbastanza ripido con un fondo costituito da terra battuta mista a roccia spaccata , in alcuni punti occorre frenare prontamente per non prendere troppa velocità sui cambi di direzione

Continuando a scendere si arriva ad una zona pianeggiante oltrepassando un paio di cave dismesse e ci si ributta poi in discesa in un un gustoso tunnel verde

Lo sterrato si inserisce quindi sulla strada asfaltata in prossimità della frazione di Fonte d’Olio e da li proseguendo la discesa si torna al punto di partenza del nostro tour.

Qui sono finite le batterie del mio gps , ma non il nostro giro …..

Caricati in spalla gli zaini “da mare” ci siamo diretti fino all’ingresso del “Parco della Repubblica” di Sirolo dal quale parte il sentiero n. 4 “Sentiero di S.Michele”.

E’ un sentiero argilloso con bella pendenza che dall’abitato di Sirolo scende verso la spiaggia di S.Michele dove ci attendeva la famiglia di Valter e dove ci hanno visto arrivare in mtb in riva la mare gli attoniti bagnanti

Questa la vista della spiaggia verso Nord in direzione del monte Conero teatro della nostra escursione

Questa la vista della spiaggia verso Sud in direzione di Numana

Ed ecco le nostre fedeli compagne di ogni avventura riposare all’ombra della falesia che sovrasta la spiaggia di S.Michele

Dopo tanto pedalare ora è tempo di un meritato bagno nelle limpide acque del mare , ci vediamo al prossimo tour !!

bikers : Davide e Valter

data escursione : 18.08.2009

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.