L’UOMO SIMBOLO DEGLI SBUBBIKERS

L’UOMO SIMBOLO DEGLI SBUBBY

 

RIMINI: – Alessandro Marchini, il Presidente.

E’ lui il vero simbolo della filosofia Sbubbikers, il campione più amato, la  giovane promessa arrivato alla mountain bike su suggerimento del mago Otelma è diventata, nel breve volgere di qualche anno, una delle più luminose stelle del firmamento internazionale della mtb.

Che dire del corridore Alex senza lasciarsi andare alle ovvie quanto giustificate celebrazioni  dei suoi lampi di generosità e delle sue prestazioni.

Chi non ricorda l’impressionante produzione in serie di filotti a Goriziana nei primi ritiri pre gara, nella trionfale cavalcata  che vide portare a Rimini la storica vittoria del Prestigio a squadre mtb 2011, oppure l’indimenticabile pizzata a casa sua con tutti i giornalisti dei maggiori quotidiani

sportivi nazionali e vino come se piovesse.

Ma tutti i tifosi sbubbikers apprezzano Ale soprattutto per il cammino personale che ne ha contraddistinto la carriera ciclistica, (Va ancora a lavorare con un Et3 125 Primavera, anche d’inverno), per la tenacia e la difficoltà con le quali ha saputo risollevarsi dall’infortunio (il trattore dello zio gli passò sopra un piede) per tornare ad essere ancora più forte.

La storia di BIKERTRACKS è la storia di un’atleta mai sopra le righe, mai un Campari, un

uomo che non ha mai fatto parlare di sé fuori dal campo, poche mangiate con gli amici, quasi sempre a base di bollito,  l’aglio fisso nella sua dieta, nessun atteggiamento da primadonna, il

tutto condito da un talento cristallino che non ha  eguali in Romagna.

Leader silenzioso, mai completamente affermatosi a boccette quanto con la casacca bianco rosso nera.

Così è Il presidente, a volte criticato, ed ora celebrato al meglio delle sue qualità in bici e a bigliardo.

In poche  parole Alessandro resterà, probabilmente fino a fine carriera il nostro presidente, (per il dopo ci sarebbe una pompa di benzina da gestire in centro Rimini , in regola e con le ferie pagate), la bandiera degli Sbubbikers del ventunesimo secolo, continuando a mietere successi e a regalare prodezze ed emozioni a tutti i tifosi che hanno imparato ad apprezzarlo non solo come

corridore, ma anche e soprattutto come bocciatore.

 

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook

3 Responses to “L’UOMO SIMBOLO DEGLI SBUBBIKERS”

  1. mi sa tanto di articolo di parte questo…hahahah grande presidente!!!!

  2. non l’ho scritto io!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.